FOX TROT

Secondo alcuni studiosi il nome Fox Trot (passo di volpe) dimostra chiaramente che tale ballo appartiene a quel gruppo di danze che, derivate direttamente dal ragtime, sfruttano nomi di animali per proporne, in chiave erotico_giocosa, la imitazione dei passi su ritmi sincopati: turkey trot (trotto del tacchino); donkey trot (passo dell'asino); peacock gilde (passo del pavone); grizzly-bear (orso grigio); chicken wheel (ruota di gallina); geechie walk (passeggiata dell'oca); fish step (passo del pesce!).

Nel 1915 il Fox Trot fu portato a Londra dal grande ballerino Oscar Duryea.
La Società Imperiale dei Maestri di Ballo approvò l'adozione di tale danza, apportandovi significative trasformazioni. Qui finisce la storia del fox trot, perchè in un certo senso inizia quella dello slow foxtrot.
I Maestri inglesi destrutturarono la danza americana per riproporla in un look completamente nuovo: furono aboliti salti, chassè e bruschi movimenti; furono introdotte figure delicate prese in prestito dal valzer lento. Praticamente si costruì un ballo tutto inglese, completamente diverso da quello americano.

Nei vari ambienti della danza, grazie anche allo scambio delle musiche e dei ritmi fra un continente e l'altro (America-Europa), si fece strada una intuizione importantissima: le variazioni di ritmo all'interno dello stesso brano musicale, che erano un segno distintivo del fox trot iniziale, potevano essere estremizzate ritoccando la velocità metronomica verso l'alto e verso il basso, per dare origine a due danze distinte e separate.
Così i vari segmenti delle amalgamazioni americane furono ricompattati su due basi ritmiche diversificate e sottoposti a studi specifici, prove, simulazioni, aggiustamenti, trovate originali e spesso felici. Quando dal ragtime si generò l'one step, seguito immediatamente dal quickstep, era già pronto il contesto per la standardizzazione di quest'ultimo ballo secondo i parametri messi a punto dalla prestigiosa Scuola inglese.

Qualche anno dopo la prima guerra mondiale l'Inghilterra impose le due danze che ancora oggi conosciamo con i nomi di slow foxtrot e quickstep.
Oggi il Fox Trot fa parte della disciplina BALLO DA SALA, presente solo in Italia mentre Slow foxtrot e quickstep fanno parte della disciplina DANZE STANDARD e si ballano in tutto il mondo.


Per l'orario dei corsi, clicca qui